mercoledì 16 aprile 2008

La novità vera di queste elezioni

C'è poco da fare: è questa. Come scrivono (in mezzo a cose forse meno condivisibili) Andrea Moro e Michele Boldrin su NFA, "l'estrema sinistra avrà finalmente il ruolo che le compete: quello di evanescente punzecchiatore extraparlamentare. Un ruolo utile ma limitato". A parte l' "utile", sottoscrivo.
Gli italiani hanno dimostrato di non essere tanto preoccupati del "precariato", di non vedere la flessibilità del lavoro come la peste dei nostri tempi, di non lasciarsi conquistare da chi suona ancora la cetra della lotta sociale. Una, cento, mille leggi Biagi.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

E che ci dite della sentenza della Cassazione secondo cui i precari dei call center vanno assunti? E del reportage della Stampa che titola "Schiave della cornetta per uno stipendio di 300 euro al mese?"

Anonimo ha detto...

Per 5 anni i comsunisti e i verdi sono fuori dal Parlamento. Purtroppo torneranno quando si alleeranno col PD: non vedo quindi motivo per festeggiare.

La Sinistra Arcobaleno secondo me è stata svuotata semplicemente dall'odio verso Berlusconi: l'elettore di Estrema Sinistra ha preferito votare Veltroni piuttosto che far vincere Berlusconi. Una debacle tattica e non strategica.

LF

Anonimo ha detto...

E adesso come faccio senza i comunisti?????

Arianna

ulisse ha detto...

Sono d'accordo. Non vedo niente di utile nel ruolo dell'estrema sinistra. Speriamo che la novità duri...